Si è parlato di Intelligence e dei cinesi alla conquista del mediterraneo

SOVERIA MANNELLI(Catanzaro): Nella seconda lezione dell’Università d’estate sull’intelligence si è analizzato il tema del rapporto tra intelligence e globalizzazione dell’economia, nello specifico della nuova via della seta. A relazione ai presenti sono stati i due docenti Antonio Selvatici dell’Università di Torvergata di Roma e Giuseppe Rao Consigliere della Presidenza del Consiglio dei Ministri. A fare da padrone di casa Mario Caligiuri Direttore dell’Università dell’Estate e considerato uno dei massimi esperti italiano di Intelligence, che nella sua introduzione ha sottolineato che l’Intelligence si basa sulla cultura e va inquadrata nell’ottica della comunicazione. Antonio Selvatici ha parlato della competizione economica che ormai si svolge a livello globale, ma viene combattuta con regole diverse di Paese in Paese, questo tende a penalizzare molto l’Europa. Da qui si è parlato della nuova strada della seta e di come la Calabria possa trovarsi in difficoltà in questo nuovo scenario visto che i cinesi sono intenzionati a potenziare i porti di Venezia e Trieste, in quanto più vicini all’Europa centrale. Giuseppe Rao ha sottolineato che la nuova via della seta è diventata una strategia vincente per la costruzione di infrastrutture che consentono di veicolare le merci promuovendo un’economia basata sul commercio. 

Angela Perri