E’ nel motto ”Uniti per la professione” la ragione di proposizione della nostra lista che si prefigge di coinvolgere gli iscritti nella vita dell'Ordine, rafforzare l’immagine e il prestigio della nostra categoria professionale e creare le condizioni affinché  tutti, in particolare i giovani iscritti, possano  cogliere le opportunità di crescita professionale.

Oggi, più che mai, c’è bisogno di unità d’intenti tra i colleghi e di condivisione di obiettivi comuni quali, ad esempio,  la valorizzazione della nostra professione sempre più votata alla tutela della fede pubblica senza che, di contro, vi siano adeguati riconoscimenti da parte delle Istituzioni tutte e in  particolare del nostro Legislatore. Quest’ultimo non perde occasione per restringere, a nostro danno, il campo di azione delle nostre competenze esclusive e ampliare, a dismisura, i nostri obblighi quali intermediari di un fisco sempre più schizofrenico.

E' innegabile che nel corso dell'ultimo ventennio la nostra professione abbia subito radicali innovazioni dovute, in particolare, alla presa di coscienza da parte della PA dei ritardi cronici con cui ha operato nel quotidiano rapporto tra fisco e contribuente e ciò ha determinato il massiccio ricorso alla telematica con noi professionisti protagonisti principali di un ventennio all'insegna di un mutato rapporto tra PA - Professionisti - Contribuenti. I nostri studi hanno dovuto adeguarsi alle mutate esigenze investendo in risorse umane e tecnologiche in un contesto in cui il Legislatore ha inteso sferrare un duro colpo alle categorie professionali con l'abrogazione delle tariffe.

Operare in contesti simili non è stato facile, non è facile e non sarà facile. Tuttavia, il nostro ordinamento professionale riconosce, a noi iscritti all'Albo, competenza specifica in economia aziendale e diritto d'impresa così come nelle materie economiche, finanziarie, tributarie, societarie ed amministrative.

Gli ambiti in cui è possibile esercitare il nostro sapere e le nostre competenze sono ampi e variegati e qualificano la nostra professione in un contesto sempre più competitivo che necessita di costante impegno, visione del futuro (anche prossimo) e adeguata formazione.

Investire nella propria formazione (di base e specialistica) e più in generale coltivare l'aggiornamento professionale nel quotidiano consente a noi tutti di poter cogliere le opportunità di lavoro che molto spesso sono insite nelle stesse norme.

E' nostra ferma intenzione, come si dirà nel programma, essere di supporto a tutti gli iscritti affinché attraverso un'azione condivisa, anche per mezzo delle commissioni di studio all'uopo costituite, possano essere individuati percorsi formativi idonei a cogliere le opportunità professionali anche e sopratutto per i giovani colleghi che, pieni di speranza ed entusiasmo, si avvicinano alla professione.

Per loro non è sufficiente "aprire una porta" ma è necessario poterli indirizzare e guidare su una strada che dia loro maggiori opportunità di poter esprimere il loro sapere.

Per far ciò è necessario rinvigorire le relazioni con le Istituzioni tutte e, in particolare, con l'Università Magna Graecia di Catanzaro il cui agire naturale si sviluppa intorno al sapere.  

Di seguito esporremo, per grandi linee, il nostro programma i cui obiettivi si focalizzano nei due ambiti fondamentali della nostra azione (quali membri attivi dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili) : l'attività istituzionale e la valorizzazione della professione.

ATTIVITÀ ISTITUZIONALE

1.      Agire sempre con trasparenza ed efficienza nel perseguire gli obiettivi istituzionali, al fine di garantire il rispetto delle disposizioni normative.

2.      Favorire la collaborazione e il sostegno per gli iscritti nell’assolvimento degli adempimenti istituzionali, stabiliti dall’Ordinamento Professionale, mediante un'adeguata azione di monitoraggio e sensibilizzazione.

3.      Incentivare condivisione e coinvolgimento, per favorire la partecipazione degli iscritti alla vita dell’Ordine, al fine di ritrovare il senso di unità e di appartenenza.

4.      Curare la comunicazione esterna, per dare massima divulgazione alle notizie riguardanti la politica dell’Ordine, i suoi rapporti con il Consiglio Nazionale, le relazioni istituzionali con gli altri Enti e lo stato delle iniziative intraprese nei vari ambiti.

           ATTIVITÀ DI VALORIZZAZIONE DELLA PROFESSIONE

5.      Promuovere forme di collaborazione interprofessionale finalizzata, anche attraverso adeguati percorsi formativi, a creare sinergie e maggiori opportunità di sbocchi professionali per gli Iscritti tutti e, in particolare, per i giovani Colleghi. Per questi ultimi, laddove possibile, saranno previste iniziative istituzionali che potranno prevedere l’affiancamento con Colleghi, dotati di specifiche competenze professionali, anche nell’espletamento di incarichi giudiziari.

6.      Promuovere Intese con: "Agenzia delle Entrate, Agenzia delle Entrate-Riscossione, INPS, Inail ed altri Enti" mirate a facilitare lo svolgimento delle attività professionali quotidiane a noi demandate dai clienti-contribuenti.

7.      Proporre la partecipazione dell’Ordine, anche a carattere consultivo, ad ogni livello istituzionale, pubblico e privato, allorquando si tratterà di discutere di tematiche di natura socio-economico che riguardano la programmazione di azioni di sviluppo del nostro territorio.

8.      Valorizzare la figura professionale del Dottore Commercialista, anche con azioni mirate alla tutela della professione, del titolo e dell’immagine.

9.  Adoperarsi per una formazione di base e specialistica, al passo con i continui mutamenti normativi, nei vari ambiti di competenza, al fine di essere in grado di cogliere nuove opportunità di sbocchi professionali. I percorsi e gli obiettivi enunciati vedranno un diretto coinvolgimento della Fondazione dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, che si proporrà di agire in sinergia con l’Università Magna Graecia di Catanzaro e la Scuola di Alta Formazione.

10.  Potenziare l'azione dell’Organismo di Composizione della Crisi quale fonte di opportunità professionali per i Colleghi e di rinnovata centralità per la Categoria.

11.   Favorire, presso la sede dell’Ordine, incontri di studio e di approfondimento tra Colleghi desiderosi di affrontare tematiche di attualità e di interesse comune;

12.  Sensibilizzare gli Iscritti, anche con la partecipazione attiva a incontri di studio alla presenza dei Colleghi componenti il  Consiglio di Disciplina, all’approfondimento delle regole etiche contenute nelle norme deontologiche, dettate a tutela della professione, ma anche dell’interesse pubblico nel rispetto del quale il professionista ha il dovere e la responsabilità di agire.

 I candidati si impegnano, sin da ora, a rendersi disponibili ad incontrare i Colleghi, anche in periodiche riunioni prestabilite, per raccogliere proposte e suggerimenti su tematiche di interesse comune, e a escludere il proprio nominativo da eventuali estrazioni a sorte riguardanti segnalazioni per incarichi, che dovessero essere richiesti al Consiglio dell’Ordine.

A Voi tutti un sentito ringraziamento per il tempo dedicato alla lettura della nostra proposta e per il sostegno che vorrete darci nell'attuazione del programma.

Catanzaro, 23 ottobre 2020

I Colleghi

Igino Guerriero (candidato Presidente)

candidati Consiglieri

Nicola Aiello

Fabrizio Ambrosio

Paola Belcastro

Pierluigi Combariati

Stefano Focarelli Barone

Giovanna Grande

Luisa Lacava

Bruno Marcello

Massimiliano Meloni

Giuseppe Merante

Gregorio Nanci

Giovanni Parisi

Graziano Posca

Giovanni Puccio

Salvatore Rubino