ARENA (IDM) : LE RAGIONI DELLA MIA CANDIDATURA 

Svolgo da sempre la mia attività di medico di base e libero professionista in odontoiatria con professionalità e senso del dovere. Operando e avendo operato nelle provincie di Vibo Valentia, Crotone e Catanzaro conosco la particolarità del territorio, con tutte le sue contraddizioni e criticità. Da sempre ho cercato e cerco nell'ambito della mia professione, di dare voce alle richieste delle persone e dare risposte ai bisogni di chi è più svantaggiato.
La scelta di candidarmi alle prossime elezioni regionali all'interno di Italia del Meridione, che è un Movimento politico che ha come stella polare il Sud e il territorio  è frutto di una profonda riflessione, che nasce dalla consapevolezza che non è più tempo di stare a guardare, ma è invece il momento di impegnarsi attivamente e in prima persona, lavorando duramente per dare un futuro possibile, uno sviluppo ormai necessario e non più rinviabile alla nostra Calabria.
Non nascondo i dubbi, le perplessità e anche i timori di affrontare questa sfida.
Ma credo che senza il contributo vero e competente di persone serie, uomini e donne onesti e capaci, non sia possibile raggiungere alcun risultato.
E soprattutto non serve lamentarsi, criticare e delegare. Sicuramente è fondamentale analizzare, individuare i problemi, capire le cause e su queste intervenire, definendo strategie e programmi concreti, sostenibili e condivisi. 
La realtà che viviamo , fatta di disastri giornalieri, disservizi, illegalità, povertà, malessere, disagio sociale e disoccupazione, richiede, anzi ci impone, di cambiare registro. 
Cambiare è molto più oneroso. Accettare lo status quo rinviando ad altri la responsabilità è molto più conveniente.
Cambiare significa impegnarsi e mettersi in gioco. Scardinare sistemi di potere consolidati non è facile e soprattutto è possibile soltanto con azioni continue di politiche attive per il lavoro, per lo sviluppo sociale e il contrasto alla povertà.
La situazione drammatica della politica regionale è nota a tutti e tristemente venuta alla ribalta a livello nazionale anche con i recenti scandali della sanità.
Il nostro è un territorio dalle mille risorse e opportunità ma da anni, molti ormai, abusato, vilipeso, offeso da politici, anzi da politicanti, incapaci e con l'unico obiettivo di fare il proprio interesse o quello della lobby di riferimento e non certamente con quello di valorizzare il merito, diminuire le diseguaglianze e creare sviluppo, occasioni di lavoro e crescita sociale.  
Ho deciso di dare il mio contributo alla costruzione di un programma serio, finalizzato a riportare la legalità e la normalità, per dare speranza alle nuove generazioni, che sia attento ai bisogni dei meno fortunati, coinvolgendo tutti le forze presenti e gli attori del tessuto economico e civile.
Sono convinto che la vera sfida sia quella di essere credibili e convincenti con un programma che possa trovare la condivisione e l'approvazione della maggioranza dei cittadini. Quei cittadini onesti e anche delusi, che a fatica vanno avanti giorno dopo giorno. Forse anche rassegnati, ma con la speranza mai abbandonata di poter cambiare le cose.
Occorre fare rete, agire in una logica di sistema per intercettare le mille piccole realtà della nostra terra con i suoi bisogni ma anche con le sue risorse, le sue energie.
Ognuno di noi è credibile se si presenta per quello che è con i propri meriti e i propri  limiti.
Credo che sia assolutamente vincente essere autentici. Crederci con passione insieme ad altri uomini e donne che condividono lo stesso obiettivo. 

FRANCESCO ARENA 
Direzione regionale Idm