"Su iniziativa dello storico lametino Massimo Iannicelli, previo parere del Vescovo Monsignor Schillaci,  sarà affissa nei prossimi giorni prossimamente una targa-ricordo in memoria di Don Antonio Marghella, storico parroco della Cattedrale dei SS. Pietro e Paolo di Lamezia Terme.

Don Antonio Marghella, ordinato il 29 maggio del 1955 per imposizioni delle mani dell’allora vescovo cittadino mons. Vincenzo Jacono, dopo un primo incarico nella nuova parrocchia del Rosario all’epoca posta provvisoriamente nella chiesa di San Domenico, venne nominato vicario parrocchiale del duomo come vice di don Saverio Gatti, per poi divenirne parroco nel 1965 al tempo di mons. Renato Luisi.

Egli, dunque, ha retto la stessa parrocchia per trentasette anni di fila sino al 2002 quando, per raggiunti limiti di età, è stato posto a riposo.

Si tratta, dunque, di un record davvero ragguardevole che soltanto altri pochi presbiteri hanno raggiunto, quali il canonico Antonio Fiore e don Antonio Pileggi entrambi nella parrocchia di Santa Maria Maggiore dove sono presenti due distinte epigrafi che ricordano il loro lungo mandato.”

Il testo, redatto da Massimo Iannicelli, è stato  scolpito sul marmo dai Fratelli Pandolfo titolari della rinomata ditta «Lamezia Marmi» che ne faranno generosamente dono alla comunità parrocchiale della Chiesa Madre.

Sui tempi di realizzazione e sulla data di scopertura nulla è stato ancora fissato al momento. La cerimonia sarà in ogni caso preceduta da un momento liturgico per l’anima benedetta di don Antonio scomparso il 13 ottobre del 2018 alla veneranda età di novantuno anni”.