Un segno di normalità e ripresa ha rappresentato il "Premio Palme" ideato dal Cespes ( Centro Studi Pedagogia Sociale) diretto dalla Presidente Carolina Caruso assegnato a cinque personalità lametine che si sono distinte non solo nelle professioni ma soprattutto per la ricaduta del loro saper fare per le opere socialmente utili attraverso la cultura, le arti e la prevenzione della Salute.  La consegna del Premio si è svolta nell'ambito del caffè letterario "Dolceamaro" di Corso Nicotera con felicità e commozione dopo un periodo buio che ha rivisto la luce in un momento di ritrovo e condivisione. Ad essere insigniti: il giornalista Pasqualino  Rettura, la cardiologa Rosamaria Montesanti, la scrittrice Antonietta Vincenzo, l'artista internazionale Marco Barberio, e la professoressa Antonella Mongiardo. Gli interventi che si sono susseguiti hanno messo in evidenza come la lotta al virus abbia  reso difficoltoso le cure sanitarie delle patologie ordinarie, mentre sul fronte della cultura e delle arti si è registrato un forte entusiasmo nel ricominciare con nuove idee e progetti. Alla buona riuscita dell'evento hanno contribuito la dott.ssa Anna Maria Cardamone ed Enza Aloe coordinatrice comunale di Azzurro Donna sempre attiva sul territorio.

La Cardiologa Rosamaria Montesanti ha così esordito:"Ringrazio Carolina Caruso e l'Asscociazione CESPES per il Riconoscimento di oggi che non è mio personale ma di tutto il Team CardioVascolare, lieta di condividerlo con Antonella Mongiardo, Antonietta Vincenzo, Pasqualino Rettura e Marco Barberio. Nell'anno Pandemico sono state tante le azioni di Solidarietà Individuale e di gruppo che hanno rappresentano la luce nel buio dell'epidemia. Sapere che nel nostro territorio esistono Associazioni quali CESPES attente e sensibili ai bisogni della comunità di Lamezia Terme ci riempie di orgoglio.

" PALME " é la celebrazione della RINASCITA dell'Arte della Letteratura della Natura della Convivialita della Medicina.

Nella mia Professione la sento come un richiamo per la Sanità a riprogrammare Nuovi percorsi di Assistenza e Cura per Pazienti Cronici " No COViD",Cardiologici ,Oncologici con Malattie Neurodegenerative che hanno pagato caramente il Focus Costante ed Esclusivo verso il COVID;

la Prevenzione è L 'unica Potente Strategia in grado di ridurre L 'incidenza di tali patologie, deve essere diffusa CAPILLARMENTE nella popolazione generale e nei ceti meno abbienti,  soprattutto Attraverso Associazioni culturali e pedagogiche vicine ai più bisognosi e pertanto più vulnerabili alle malattie.

Ringrazio Carolina Caruso per il suo impegno quotidiano e  le auguro buon lavoro perché di lavoro da svolgere ce n'é tanto. Il caffè letterario è stato moderato da Lina Latelli che ha così concluso: "Un evento, svoltosi in presenza che ha aperto il cuore alla speranza che presto si possa tornare alla normalità e continuare a promuovere la cultura e rimarrà per sempre impresso nella nostra memoria per aver risvegliato in tutti i convenuti la voglia  di stare insieme e lasciarsi alle spalle  i bui  momenti vissuti nel corso di più di un anno di isolamento, di chiusure, aperture e incertezze.