PECHINO (CINA) (ITALPRESS) – Arianna Fontana è medaglia d'oro nei 500 metri donne di short track alle Olimpiadi di Pechino. Si tratta della decima medaglia a cinque cerchi per la valtellinese, che eguaglia Stefania Belmondo. La 31enne azzurra, che precede l'olandese Suzanne Schulting e la canadese Kim Boutin, conferma dunque il titolo olimpico conquistato quattro anni fa in Corea e aggiorna il suo straordinario palmares ai Giochi: la prima gioia a Torino 2006 (bronzo nella staffetta femminile), altro bronzo nei 500 a Vancouver 2010, quindi i tre podi di Sochi 2014 (argento nei 500, bronzo nei 1500 e nella staffetta femminile), l'apoteosi di Pyeongchang 2018 (oro nei 500 e argento ancora nella relay donne) e adesso un altro oro nei 500 che si aggiunge all'argento nella staffetta mista a Pechino 2022.

"Non ho le parole, sto ancora realizzando – il commento a caldo della due volte campionessa olimpica – Quando ho tagliato il traguardo davanti, ho avuto un momento di sfogo, di liberazione di quello che io, il mio allenatore e la mia famiglia abbiamo dovuto sostenere in questi anni. La medaglia è per loro. Di solito non urlo, sono pacata, però questa volta ho esultato così. Dietro questa medaglia c'è tanto lavoro, sudore, lacrime, adesso sono più tranquilla".

"Arianna sei nella storia! Mi hai commosso. Che sofferenza! Ho vissuto questa finale totalmente in apnea, nella mia stanza, non potendo ancora essere lì, al tuo fianco, a palpitare e gioire con te. Con questa decima medaglia hai raggiunto Stefania Belmondo al top delle atlete azzurre più medagliate nella storia dello sport italiano. E sai bene che non è ancora finita. Ti ringrazio per quello che hai fatto e per quello che farai. Il Coni sarà sempre al tuo fianco. Complimenti ad Anthony e alla Federazione per quanto hanno fatto in questi quattro anni di duro lavoro. Arianna, sei la più grande di tutti i tempi e possiamo dire che oggi ti meriti 10 e lode!" il commento del presidente del Coni Giovanni Malagò. "È una vittoria straordinaria, Arianna è riuscita a fare una gara esemplare dalle qualificazioni alla fine, mantenendo una grandissima lucidità e dimostrando un vigore atletico unico. È un'atleta impareggiabile, credo non esistano uguali nel pattinaggio ma direi in nessuna disciplina" il commento all'Italpress del presidente della Fisg Andrea Gios. "Credo che sia un'immensa soddisfazione per la nostra Federazione. Abbiamo ancora buone aspettative su quest'atleta unica e indiscutibile".
(ITALPRESS).