Catanzaro- La Calabria una terra per certi versi amara, per altri dolce, per altri ancora una via di mezzo; viene lasciata, poi ripresa, poi lasciata ancora una volta ma, in mezzo a tanta incertezza, ci sono alcuni giovani che respingono la raccapricciante idea di abbandonare il proprio territorio e di investire su di esso, di farlo respirare a pieni polmoni grazie ad idee creative ricche di emozioni uniche, come nel caso dell'Associazione culturale Factory+, una realtà territoriale nata nel 2021 a Catanzaro che ha sin da subito avuto chiaro un obiettivo: coinvolgere la comunità nella valorizzazione del territorio calabrese, creando un movimento partecipato attraverso l'attivazione di luoghi e opportunità artistiche come concerti, esibizioni d'arte, talk e laboratori creativi.

L'associazione vanta un ricco portfolio costituito da oltre 15 eventi, caratterizzati da un'offerta unica e diversificata. Tra le manifestazioni svolte spiccano concerti di musica dal vivo che hanno ospitato artisti emergenti, di fama locale e nazionale, tra cui Fuera, Praino, Lo stato sociale affiancati da live painting, mostre fotografiche e talk. Tantissime le collaborazioni, da  ALTROVE, Mudiac, Primavera dei teatri, amatoriarte creando forti sinergie fonte di arricchimento.

Uno dei luoghi più rappresentativi di Factory+ è l'Ex Comac, una raffineria di quarzo abbandonata situata nel cuore di Soverato. La location è particolarmente suggestiva e si presta perfettamente, alla tematica della rigenerazione urbana tema affrontato durante la scorsa rassegna estiva e fulcro dei prossimi eventi, come nel caso  della rassegna Senza Filtro, che si terrà in data 5 e 8 Aprile presso i  giardini Nicholas Green di Catanzaro. Ad impreziosire la rassegna i nomi del collettivo artistico HARDCHITEPTURE che nasce dal  mondo del graffiti writing e si evolve nell'arte scultorea attraverso l'utilizzo di materiali di scarto. Andrea Zito, è il nome che spicca come designer e art director di origine catanzarese con sede a Milano, autore di CALBRIA ULTRA mentre, il sottofondo musicale sarà affidato ai dj Fabio Nirta e Cesare Aiello.

La volontà di Factory+ è la novità del fare in modo visionario, con attività nuove, con un occhio al futuro, questo per abbracciare il pubblico di tutte le età. Ecco allora una nuova vision calabrese, fatta di voglia di sperimentare, di creare, di coinvolgere, di sfruttare il territorio come un laboratorio dal quale nasceranno grandi progetti. Per dirla alla Franz Kafka: "Chiunque sia in grado di mantenere la capacità di vedere la bellezza non diventerà mai vecchio".



Marzo, 31 2023

Manuela Molinaro

Redazione Centro Calabria News