"Un progetto visionario, diventato realtà" questa la definizione più sentita dai relatori di "LABS - Lamezia Benessere e Sport" che si sono confrontati in una conferenza stampa di presentazione del progetto stesso, avvenuta nella sala "Mons. Renato Luisi" presso il Comune di Lamezia Terme.

"LABS" mira ad intervenire in aree di disagio sociale e nelle periferie urbane a rischio emarginazione con progetti finanziati per sostenere lo sport sociale ed incentivare l'associazionismo sportivo. Partecipante all'avviso pubblico - SPORT DI TUTTI, EDIZIONE QUARTIERI - emanato dalla società Sport e Salute s.p.a. è stato promosso dalla Società Dilettantistica "NSD Promosport" di Lamezia, attraverso la collaborazione tra le associazioni e società sportive, enti del terzo settore, enti ecclesiali ed altri soggetti operanti.

Il primo ad intervenire è stato Antonio Scaramuzzino della Cooperativa In-Rete che insieme ad Angelo Folino Raso, Presidente Promosport, sono stati l'anima del progetto, dall'intercettazione del bando alla stesura dello stesso. Scaramuzzino ha rimarcato la sinergia creata dai vari attori in campo, la valorizzazione degli sport minori e la garanzia di otto mesi di attività per tutti tra l'altro gratuita per gli over 65 e le donne.

Ha ribadire il concetto di sinergia anche Viviana Maglia, coordinatrice di LABS che ha fornito qualche numero sull'intera operazione, come la collaborazione tra 30 enti, 14 associazioni sportive, 7 parrocchie e le innumerevoli discipline in cui potranno operare i beneficiari dal calcio, al basket, al tennis, alla scherma, allo sportwalking ed a tanti altri.

 

Enrico Liotta, referente dell'associazione capofila, la Promosport, ha dichiarato che "il progetto è molto importante per la città della piana, con requisiti di qualità unici nel territorio calabrese, la mia società, la Promosport  - ha continuato - si è sempre dimostrata vicina a chi non avesse avuto possibilità economiche, con quote destinate all'iscrizione gratuita e questo progetto è un reale prosieguo del nostro lavoro associativo".

Antonio Caroleo, Consigliere Regionale FIGC, oltre a portare i saluti del Presidente Regionale Mirarchi ha tenuto a precisare che tutti i partecipanti al progetto saranno seguiti da istruttori, qualificati e certificati, delle varie discipline e che "dobbiamo essere orgogliosi come lametini di questo progetto che evidenzia un aspetto importante, la socialità nello sport".

"Esempio di progettazione seria per il contesto cittadino grazie al fatto di mettere al centro il bene comune e non i singoli egoismi" è stato il tema primario affrontato da Don Fabio Stanizzo, Presidente della Fondazione Caritas, con cui sono state coinvolte le parrocchie per un bacino di utenza di circa 25.000 abitanti, grazieanche ad un aspetto importante quello di seguire i ragazzi nel dopo scuola.

Nel seguito della conferenza stampa ha preso la parola anche Rosario Cortese, Referente Associazioni Sportive Dilettantistiche. Cortese ha voluto invece evidenziare lo sviluppo del lavoro che grazie al progetto prenderà forma anche nelle zone periferiche e che potrà aggregare tutte le fasce di cittadini, bambini/e e ragazzi/e, donne, over 65 e persone affette da disabilità. 

Non sono mancati i saluti istituzionali dei padroni di casa, come il Sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, l'Assessore allo Sport, Luisa Vaccaro ed il Presidente del Consiglio Comunale, Giancarlo Nicotera.  

L'Assessore Vaccaro, che ha voluto ricordare le persone ed i tanti bambini scomparsi nel naufragio di Steccato di Cutro, ha messo l'accento sulla straordinaria possibilità che si offrirà ai nostri giovani che sono vicini al disagio sociale, così come, ha ricordato il Presidente Nicotera, "lo sport finalmente sarà utilizzato in modo professionale e sistematico come sistema di inclusione sociale". 

Il Sindaco Mascaro a termine della conferenza stampa ha dichiarato che "queste realtà, questo progetto, rendono ancora più forti i sindaci perché danno una mano alle amministrazioni pubbliche allo sviluppo del territorio grazie anche alla qualità del lavoro delle varie associazioni".

LABS "Lamezia Benessere e Sport" avrà una durata di 8 mesi più altri 4 tra centri e dopo scuola estivi.

E' possibile già iscriversi e contattare i vari referenti delle associazioni sportive che poi dovranno finalizzare la richiesta. Sul sito www.labsport.it ma anche sulla pagina facebook @labslamezia ci sono i moduli di iscrizione, quindi chi è interessato può scegliere la disciplina che più gli aggrada, anche più di una e procedere alla registrazione.