La notizia della scomparsa del leader di Forza Italia, ha fatto il giro del mondo ed ognuno, a modo proprio, lo ricorda con un filo di tristezza; un grande che se ne va, uno che la storia d'Italia l'ha fatta con le sue rivoluzioni da imprenditore e poi, da politico non dimenticando mai due principi basilari: la libertà e la democrazia.

La salma di Silvio Berlusconi si trova ad Arcore e la camera ardente, per motivi di ordine pubblico, è consentita solo ai familiari e agli amici più stretti, intanto tutta la notte all'esterno, tante persone hanno voluto lasciare un ricordo al Presidente; un fiore, una maglietta, una sciarpa del Milan, uno striscione con parole dal cuore, chiaro segno che è stata una persona che nel bene o nel male sarà difficile dimenticare. Domani i funerali di Stato in Duomo a Milano e a presiedere la cerimonia l'arcivescovo metropolita di Milano monsignor Mario Delpini; è stato proclamato lutto nazionale.

L'intero arco politico italiano oggi, depone le divisioni e si unisce nel ricordo di un leader riconosciuto da tutti e capace di cambiare l'Italia; Giorgia Meloni dice: "Un combattente, anche per lui arriveremo agli obiettivi decisi insieme"; il telegramma di Putin: "Una persona cara, un vero amico", Schlein: "si chiude un'epoca, rispetto per un protagonista della storia del Paese", Tajani: "Un prezioso motore di idee, Si andrà avanti nel suo solco", Salvini: "Lo perdiamo troppo presto, stavamo pianificando il futuro". Massimo D'Alema: "Nel bene e nel male ha influenzato anche la sinistra", ancora Renzi: "Berlusconi non può avere delfini o successori. Chi conosce la sua storia politica sa che non può avere delfini o successori. Berlusconi è un uomo che non immaginava nemmeno di avere un erede politico". Non manca il ricordo di un amico, George Bush: "Berlusconi ha rafforzato l'amicizia tra Italia e Usa", il cordoglio dei protagonisti del mondo del calcio, Van Basten: "Tempi indimenticabili"; Francesco Totti: "Un onore averti conosciuto". Così tutto il mondo della stampa e dello spettacolo si stringono alla famiglia e lo ricordano con stima e affetto, Iva Zanicchi: "Un grande uomo, gli devo tutto. Amava tutte le donne, anche quelle che non corteggiava", il grande Bruno Vespa: "Silvio Berlusconi ha portato una ventata di libertà alla democrazia italiana. È quello che ha inventato la democrazia dell'alternanza".

Questi, solo alcuni degli esponenti del mondo politico e non solo della scena nazionale ed internazionale che lo  ricordano. Bandiere a mezz'asta a Montecitorio.

Un uomo che oltre al suo grande carisma, aveva un'altra grande dote, quella di saper sognare in grande. La sua modernità di pensiero lo ha portato lontano e la sua forza, la tenacia e la determinazione, ne hanno fatto il grande uomo e poi personaggio.

''L'Italia è il paese che amo" un suo grande motto, un'Italia non divisa ma unita nel suo ricordo. Resterà un uomo speciale e per certi versi, un maestro assoluto.

Giugno, 13 2023

Manuela Molinaro

Redazione Centro Calabria News